Quaderno AIM-MXM n. 41


PRESENTAZIONE
"Osservatorio Telesanità 1999"
a cura di
MxM - Milano per la Multimedialità

Direzione Generale Sanità Regione Lombardia CeRGAS, Università Commerciale Luigi Bocconi


E' trascorso un anno dalla pubblicazione del primo Quaderno MxM sulla Telemedicina.
In quell'occasione abbiamo motivato l'impegno del Progetto a seguire con attenzione le evoluzioni dell'innovazione tecnologica in Sanità.

Fondamentalmente, scrivevamo, le infrastrutture di rete e le applicazioni informatiche e telematiche possono essere uno strumento abilitante per tenere sotto controllo la dimensione della spesa in questo settore e al contempo fornire una qualità del servizio ai cittadini sempre crescente.
Nel corso di quest'ultimo anno abbiamo assistito a due fatti di rilievo: da un lato, il moltiplicarsi dei progetti nelle realtà locali, che utilizzano le tecnologie per un approccio innovativo all'ammodernamento delle strutture sanitarie dall'altro, fatto ancora più rilevante, all'inserimento nell'agenda del Governo del tema dell'utilizzo di Internet e della sua diffusione tra i cittadini, nelle imprese e nella scuola, come fattore di competitività per il sistema-Paese.
Quest'ultimo aspetto si è concretizzato nel Forum per la Società dell'Informazione, promosso dalla Presidenza del Consiglio lo scorso giugno, che ha visto l'impegno delle massime cariche istituzionali nel portare all'attenzione del Paese la sfida che ci sta di fronte.

In quella sede, il Governo si è impegnato a inserire nella prossima legge finanziaria provvedimenti e incentivi per avviare un circuito virtuoso di sviluppo.
Qui ci interessa sottolineare che il Ministero per l'Industria ha dichiarato, tra l'altro, di voler adottare misure incentivanti per le imprese che svilupperanno applicazioni di commercio elettronico; questa iniziativa apre opportunità per tutto il settore della sanità che, per volume di spesa e necessità di interazioni tra il settore pubblico e le imprese private, potrebbe essere un proficuo campo di applicazione dell'e-business.

Per tornare alla realtà milanese e lombarda, che più ci è vicina, questo Quaderno è allo stesso tempo una tappa e un segnale importante nell'evoluzione del nostro impegno.
E' una tappa di un rapporto di collaborazione con l'Assessorato alla Sanità della Regione Lombardia, con cui abbiamo realizzato un workshop nel maggio '99 sull'esperienza di "Sperimentazione della rete ospedaliera di Milano". E' anche un segnale dell'avvio di una collaborazione tra MxM e la Direzione Generale Settore Sanità, che ha portato alla elaborazione e stesura dell"Osservatorio Telesanità 1999", in vista di una riproposizione periodica di questo strumento.
Nelle nostre intenzioni, infatti, l'Osservatorio vorrebbe diventare un appuntamento fisso per gli operatori del settore, come strumento di confronto e approfondimento delle tematiche tecnologiche e organizzative connesse all'utilizzo della multimedialità nel comparto della Sanità.

La presentazione dell'Osservatorio 1999 all'interno del Convegno di SmartHospital di Smau ha esattamente questa finalizzazione e per questo ringraziamo la Direzione Generale Settore Sanità per l'opportunità che ci ha offerto.

Per venire ai temi dell'Osservatorio '99, ci è sembrato utile, con la collaborazione del CERGAS-Bocconi e con consulenti MxM, all'interno di un Gruppo di lavoro costituito dall'Assessorato alla Sanità, individuare una serie di temi che fornissero uno spaccato dei trend principali della Telesanità.

Quindi, attraverso l'analisi di esperienze internazionali e nazionali, sono presentate applicazioni innovative sul terreno dei servizi al cittadino, della telemedicina e dei servizi gestionali e amministrativi.
Il trait d'union tra le diverse aree è rappresentato dall'articolarsi sempre più accentuato del sistema sanitario nazionale, in tutte le sue componenti: enti di governo centrale, territoriale e locale, come un sistema a rete.

Diventano perciò cruciali tutte le applicazioni che fanno della condivisione dei dati e delle informazioni la loro caratteristica peculiare, perché sinergica con la nuova articolazione istituzionale.

Ci auguriamo che questo lavoro possa contribuire a diffondere riflessioni ed esperienze utili a tutti gli operatori del settore, contribuendo a far fare un passo in avanti al nostro Paese nella costruzione di un tassello importante della Società dell'Informazione.

Antonio Santangelo - Coordinatore Progetto MxM

Pier Giuseppe Torrani - Presidente AIM-MxM

Torna all'indice


Per maggiori informazioni, suggerimenti, segnalazioni scrivi a ReMida21