I ragazzi della IIA e IIB Scuola media Lombardini

Diario di bordo:Isola d’Elba

 

Al nostro arrivo all’Elba ci hanno accolto non solo le bellezze naturali ma anche aspetti interessanti dal punto di visto storico,come la residenza di Napoleone Bonaparte,che ha governato l’isola dal maggio dell’814 al 26 febbraio 1815 appena sbarcato donò all’isola una bandiera: tre api d’oro simbolo dell’operosità degli Elbani su una striscia rossa su campo bianco,che rimane ancora oggi la bandiera dell’Elba;testimonianze degli etruschi e dei romani come in località Le Grotte vicine a Portofferaio,resti di un’antica villa romana;

 

senza dimenticare la straordinaria ricchezza mineralogica dell’isola.

La dominazione dei Medici ha lasciato molte impronte come le tre fortezze

 

 

 

 

 

 

di Portoferraio.

 

22/04/02

Siamo arrivati all’Isola d’Elba con il traghetto che ha impiegato circa un’ora per la traversata da Piombino a Portoferraio.

Portoferraio è capoluogo e principale porto dell’Isola,è di origini antichissime: i romani la chiamavano Fabricia.

È circondata da mura costruite da Cosimo 1° De Medici,granduca di Toscana che la chiamò “Cosmopoli”.

Nel pomeriggio abbiamo visitato la località Rio d’Elba,antico centro minerario di circa 950 abitanti che sorge alle sponde del monte Cappanello.

 

 

 

 

 

 

 

  

 

                       

 

In questo piccolo ma bello paese,abbiamo visitato la Chiesa Parrocchiale SS dei Giacomo e Quirico.

E’ un paesino piccolo ma caratteristico con tante case e qualche negozio,con le sue strette viette in salita,il verde e  i giardini che irrompono da ogni angolo.

 

23/04/02

Abbiamo visitato Rio Marina famosa perché sorge in una zona ricca di ferro dell’isola,qui infatti è possibile visitare la miniera di ferro, ma ancor più interessante è la Piccola Miniera a Porto Azzurro,ricostruzione fedele di una miniera e dimostrazione delle tecniche estrattive,con tutto il percorso che  il minerale fa

   

   

e  il museo annesso.

 

23/04/02


Le due ville abitate da Napoleone furono ristrutturate e arredate da artigiani fatti venire dalla Francia e illustrano lo stile dell'epoca napoleonica, soprattutto negli arredi,nei quadri,nelle decorazioni degli ambienti,come la "sala egizia":

 

 

 

 

a Portoferraio la Palazzina dei Mulini,residenza principale di Napoleone, che vi soggiornò insieme con la sua corte di pochi e fidati uomini.

 

 

Sulla Strada per Marciana,a km6 da Portoferraio la Villa di S. Martino,residenza di campagna di Napoleone,vicino alla quale sorge oggi il museo voluto dal principe Demidoff

24/04/02

Marciana Marina:

uno dei più importanti paesi dell’isola,il primo vero e proprio nucleo abitato sorse sulla scogliera del “Cotone”,da “cote” che significa grosso sasso in un’insenatura che offriva attracco e riparo alle barche da pesca.

... e poi purtroppo il ritorno,ma sulla via per Milano ci siamo fermati a Pisa,dove abbiamo visitato Piazza dei Miracoli,

uno dei più famosi complessi monumentali d’Italia,composto da: il Duomo,

il Battistero,

 

 

 

la Torre Pendente

 

e il Camposanto Monumentale.

 

 

 

                                                                  I ragazzi della IIA e IIB

                                                                  Scuola media “ Lombardini”

                                                                  Milano