L'AIM - Associazione Interessi Metropolitani è un organismo associativo senza scopo di lucro, costituito nel 1987 a Milano per iniziativa di un importante gruppo di banche, aziende ed enti milanesi, con l'obiettivo di sostenere Milano e la sua area metropolitana nello sviluppo economico, sociale e culturale.
L'AIM ha pubblicato circa sessanta fra studi, ricerche e progetti, presentati in altrettanti convegni. Ha promosso il Concorso per la progettazione dell'area Garibaldi - Repubblica a Milano; il progetto di fattibilità per Parco Scientifico dedicato all'applicazione delle biotecnologie che ha portato alla costituzione della Società consortile Biopolo; lo studio di fattibilità per il servizio di Telesoccorso anziani a Milano attuato poi dal Comune; ha prodotto videoguide per musei e i principali monumenti della città; ha promosso e sviluppato il progetto per la Mediateca di Santa Teresa in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e ha realizzato Internet Saloon, centro di didattica per internet dedicato alla terza età. Ha ideato e promosso il progetto MxM - Milano per la Multimedialità
Sono soci AIM 2001: AEM, Banca Intesa, Banca Popolare di Milano, Gruppo Falk, Italtel, Nastrificio Gavazzi, Pirelli, Siemens Comunications, Telecom Italia, 3M Italia.

Il progetto MxM, nasce nel 1995 su iniziativa dell'Associazione Interessi Metropolitani, per diffondere tra i milanesi la cultura della multimedialità, nonché per promuovere con ricerche, progetti, interventi e sperimentazioni, lo sviluppo della domanda e dell'offerta di servizi interattivi su rete.
E' un progetto cui partecipano sia soggetti privati (aziende dell'offerta ICT, aziende di contenuti) sia soggetti pubblici (Comune e Provincia di Milano, Regione Lombardia, Università milanesi) decisi a collaborare per accelerare il decollo del mercato della multimedialità, per creare occasioni di sviluppo in ambito cittadino, per partecipare a sperimentazioni sul campo, a carattere innovativo.
MxM, al suo sesto anno di vita, si propone di accentuare la concretezza delle sue iniziative, focalizzandosi su attività di sperimentazione. Verso una maggiore operatività sono indirizzati il progetto ReMida21, promosso dal Comune di Milano, per la definizione di una rete e di una serie di servizi per il sistema educativo milanese e il progetto Screen per l'alfabetizzare di 500 imprese lombarde all'utilizzo di Internet. Tra gli studi segnaliamo: "Un Distretto Audiovisivo a Milano", "Un Distretto Multimediale", "Internet e diritto", "Le nuove figure professionali nel settore multimediale".