Il contesto europeo: eEurope ed eLearning

Il piano eEurope nasce su iniziativa della Commissione Europea per stimolare i paesi dell'Unione ad adottare piani e programmi di sviluppo della società dell'informazione e dell'economia digitale.
L'iniziativa "eEurope - Una società dell'informazione per tutti" è stata presentata dalla Comunità Europea all'inizio di dicembre '99 e accolta con approvazione al Consiglio di Helsinki, svoltosi il 10-11 dicembre 1999. In questa sede è stato inoltre proposto alla Commissione, unitamente al Consiglio, di preparare il piano d'azione eEurope da presentare al Consiglio di Feira nel giugno 2000 (che sarà nominato eEurope2002 - Una società dell'informazione per tutti) e di trasmettere una relazione sullo stato d'avanzamento dei lavori al Consiglio straordinario di Lisbona (23-24 marzo 2000). I risultati, ad oggi, raggiunti dall'Europa relativamente alle attività intraprese sono stati successivamente esposti al Consiglio di Nizza (7-8 dicembre 2000).
In relazione a quest'ultimo punto, lo stimolo fornito dall'Unione europea negli Stati membri e nei paesi candidati all'adesione è stato favorevolmente accolto a livello di politiche sia pubbliche che private (gli effetti di eEurope cominciano ora ad essere percepiti ben oltre il settore pubblico in tutta l'Unione) e le diverse attività promosse anche a livello settoriale stanno iniziando a mostrare i primi risultati positivi (10).

(10) Aggiornamento in merito all'iniziativa eEurope2002, Elaborato dalla Commissione europea per il Consiglio europeo di Nizza 7-8 dicembre 2000, p.3