Rassegna stampa



Torna all'indice della rassegna stampa
TANTI PC E POCA INTERNET NELLA SCUOLE MILANESI



Tratto da: Computerworld Italia
Il: 22 novembre 2001

Tutte le scuole milanesi hanno un pc ad uso didattico.
Il 96% ha un'aula multimediale contro l'86% del resto della penisola (fonte Sirmi 2000) e ben il 97,5%, ha accesso a Internet ( 70% in Italia secondo Sirmi). E' quanto segue da un'indagine che AIM-MxM (Associazione Interessi Metropolitani - Milano per la MultimedialitÓ, vedi riquadro) ha svolto in collaborazione con la societÓ di consulenza ITC, Between, tra quasi 500 scuole della provincia di Milano.

Dati a prima vista brillanti, che per˛ si scontrano con il dato sui pc realmente collegati a Internet: pi¨ della metÓ delle scuole milanesi ha meno di 5 pc collegati e oltre un quarto delle scuole ha uno o due pc collegati. E non mancano i problemi legati alle infrastrutture di rete. La distribuzione dell'accesso a Internet all'interno delle scuole dipende dall'esistenza di una rete locale o dalla sua consistenza.
Anche se oltre il 77% delle scuole milanesi dichiara di essere dotata di una qualche forma di rete locale, in realtÓ, nella maggio parte dei casi la rete locale, quando esiste, Ŕ limitata alle sole aule multimediali. Inoltre, solo 11 scuole su 100 hanno quasi tutti i pc collegati in una rete locale, mentre generalmente solo 4 pc su 10 sono connessi in una rete locale.
Da una valutazione complessiva delle infrastrutture di rete (esterna e interna) delle scuole di Milano, si evince che le reti locali delle scuole non sono ancora all'altezza di un utilizzo condiviso delle risorse all'interno della scuola.

"Insomma le scuole non costituiscono ancora un mercato per i fornitori di tecnologie didattiche, sostanzialmente per carenza di cultura nella dirigenza scolastica; e anche i processo di acquisizione delle dotazioni tecnologiche si mostra ancora troppo lento, burocratico e soffre di vincoli strutturali", Ŕ il commento di Francois de Brabant, amministratore delegato di Between. Che aggiunge: "I vendor sembravano disposti a investire direttamente per promuovere la diffusione delle tecnologie nella didattica, ma gli ostacoli burocratici hanno finito con lo scoraggiare queste iniziative".

Un portale per la scuola
AIM-MXM (Associazione Interessi Metropolitani - Milano per la MultimedialitÓ), con il supporto della Provincia di Milano, della Regione Lombardia e altri enti scolastici, promuovere lo sviluppo delle nuove tecnologie nel sistema educativo milanese in un'ottica di complementarietÓ con le iniziative degli enti locali e del Ministero della Pubblica Istruzione, nell'ambito di un progetto chiamato ReMida21 (Rete Milanese per la Didattica e l'Apprendimento del 21░ secolo).
Tra le iniziative un portale (www.remida21.it) dedicato alle scuole milanesi attivo da un anno, suddiviso in tre percorsi, metafora della metropolitana milanese: linea rossa per i docenti, linea verde per gli studenti e linea gialla per i genitori.
In aggiunta a queste, c'Ŕ una linea blu dedicata ai temi della scuola e del lavoro, che fornisce indicazioni sui corsi di formazione professionale e tirocini anche a livello europeo.


Per maggiori informazioni, suggerimenti, segnalazioni scrivi a ReMida21