Rassegna stampa



Torna all'indice della rassegna stampa

-Vai alla sezione dedicata ai racconti

"Cari nipotini, vi raccontiamo il Natale"


Tratto da: Il Corriere della Sera
del: 15 dicembre 2001
autore: Franco Tettamanti



"Ho 80 anni, cio dieci volte la tua et. Vorrei raccontarti sempre storie allegre, ma mentre la tv trasmette notizie di guerra, non posso fare a meno di ricordare un'altra guerra, quella che ho combattuto in Russia...". Scrivi un racconto per il tuo nipotino chiedeva il concorso promosso dall' Aim, Associazione Interessi Metropolitani.

Luigi Barletta, uno dei cinque premiati ieri sera alle Stelline, ripiombato nella tragedia di tanti anni fa per parlare con Margherita, la nipotina di otto anni.
Giovannni Melandrone ha dedicato la sua storia di Natale al ragazzino del ristorante cinese sotto casa.
Eugenia Mancini si ricordata "dell'ingegnere che usc a pescare e salv una capra in mezzo al mare".
Liliana Longo Molina, che tra tre settimane diventer nonna di una bimba, si rammentata invece di un amico lasciato cinquant'anni prima.
Ernesto Buldrini di Lugo di Ravenna. Non arrivato a Milano bloccato dalla neve. E non ha neppure un nipotino: "sognare per non proibito, almeno una volta all'anno. Il giorno di Natale".

Sono loro gli autori selezionati dalla giuria del premio tra i 130 racconti arrivati da tutta Italia. Centotrenta testimonianze.
I ricordi, i rimpianti, gli anni pi difficili. Le fiabe dell'infanzia. Gli asinelli, i soldatini di piombo, gli angeli di gesso. Il Natale fatto in casa, di poche cose. Di allegrie delicate. Di luci tenui. Dei mandarini, della frutta secca. Dei giocattoli. Delle tenerezze strappate ai giorni talvolta grami. I nonni hanno raccontato sogni e nostalgie.
Hanno vinto tutti. I primi cinque. I dieci segnalati. Gli altri che sono subito dietro. Hanno vinto i bambini. Hanno vinto i ricordi del Natale di guerra, oggi che i nipotini vivono i giorni del terrorismo., dei bombardamenti, dell'odio del buio della ragione.
Ha vinto il bue e l'asinello e ha vinto il computer, visto che un'ottantina di lavori sono stati mandati via email da quei giovanotti dai capelli grigi che hanno frequentato l'Internet Saloon promosso dall'Aim. Nonni scrittori, nipotini. Un pizzico di commozione ieri quando Roberta Petrozzi, accompagnata dal suono dell'arpa di Laura Sofia Caramellino, ha letto i primi cinque racconti. Poi i regali. Il computer. Il cellulare e il cesto ricco di generi alimentari.
Gli applausi. Gli occhi appena lucidi. Da non fare vedere.

Buon Natale, nonni.


Per maggiori informazioni, suggerimenti, segnalazioni scrivi a ReMida21