Le specifiche progettuali adottate ed i requisiti di base

Ambiente
L'ambientazione ideale prevede un locale di servizio in cui vengano sistemati i server e le connessioni alla rete esterna. La scuola deve avere un impianto elettrico a norma e devono essere valutati opportunamente i fabbisogni di carico con l'inserimento delle nuove macchine. La scuola deve avere anche un idoneo impianto di antifurto. Questi costi non sono stati inseriti nella valutazione, in quanto non esistono dati che permettano di stimare lo stato dell'arte delle scuole italiane sotto questo profilo. Inoltre tali costi sono generalmente a carico degli enti locali (Comuni, Province) e dovrebbero essere oggetto di un piano di adeguamento ad hoc che comprenda anche altre tematiche non strettamente connesse alle tecnologie didattiche (es. L. 626 sulla sicurezza), ma che tenga conto anche delle esigenze del cablaggio degli edifici, ad esempio la creazione di canalizzazioni adeguate.

Infrastruttura e cablaggio
Si prevede di realizzare in ciascuna scuola un sistema di cablaggio strutturato che consenta di raggiungere ciascuna aula e ciascun locale di servizio (laboratori, biblioteca, segreteria) con almeno due prese doppie per ciascun locale. Tale sistemazione consentirebbe anche di unificare in un unico ambiente la distribuzione dei servizi telefonici.
La sala macchine dovrà avere anche un sistema di protezione elettrica ed un gruppo di continuità per le macchine di servizio.
La topologia prescelta è di tipo stellare per la possibilità di meglio gestire la crescita del sistema mentre il tipo di rete suggerito è ethernet a 100Mbit per l'ottimale rapporto costo/prestazione. Il cablaggio è previsto in doppino intrecciato di cat5 con la possibilità di utilizzare la fibra ottica nelle dorsali più lunghe.
Per la connessione alla rete esterna si dovranno prevedere principalmente connessioni di tipo xDSL ma potranno essere utilizzate anche linee ISDN nei casi in cui la rete a larga banda non fosse disponibile.

Software e hardware di base
La rete dovrà essere protetta dall'esterno da un idoneo sistema di sicurezza che consenta di creare due distinti ambienti operativi: la zona delle macchine di servizio accessibili anche dall'esterno e la zona della rete interna a cui l'accesso va filtrato. E' prevista una struttura con doppio server (uno per le applicazioni interne ed uno per le applicazioni pubbliche) anche se si raccomanda l'acquisto di una sola nuova macchina e di riutilizzare come secondo server la migliore delle macchine già esistenti. I server (di buona qualità) dovranno avere unità di backup e possibilmente unità a disco removibili (HOT SWAP). Per il software di base si utilizzerà un sistema di rete che dia garanzie di qualità e di manutenibilità (WINDOWS 2000 e Linux ove possibile).
Le macchine già esistenti nei laboratori e in genere nella scuola, saranno tutte collegate in rete per ottimizzarne l'utilizzo e creare un unico ambiente di comunicazione.

Le applicazioni
Le applicazioni previste saranno quelle tipiche del mondo WEB e Office lasciando ampia discrezionalità alla scuola per l'installazione sui server condivisi delle applicazioni che più si riterranno opportune.

Assistenza tecnica e supporto agli utenti
Per gli apparati hardware dovranno essere stipulati accordi di manutenzione e assistenza operativa.
In accordo con alcuni orientamenti espressi dal Ministero, si dovranno prevedere due figure interne per la gestione della rete e per il coordinamento delle applicazioni didattiche. Dovrebbe essere preso in considerazione anche un servizio interno di Help Desk, che potrebbe essere gestito dagli studenti più capaci e meritevoli.

Disegno della configurazione ottimale
Rete di istituto

Schema della classe tipo (il cablaggio è previsto per 4 PC, anche se la dotazione considerata in questo studio è 1-2 PC)

Possibili varianti di configurazione per esigenze minori o particolari
Nelle reti più piccole le applicazioni interne e quelle pubbliche possono essere supportate da un solo server invece che da due. Per le sedi periferiche si prevede di utilizzare una normale connessione in banda base urbano o, a seconda dei servizi disponibili, di un circuito a continuità metallica o una linea xDSL. Sarebbe anche possibile la connessione mediante rete Internet ma richiederebbe un Firewall anche presso la sede periferica. La valutazione è legata all'evoluzione dei costi dei collegamenti dedicati urbani ad alta velocità.

Dotazioni accessorie
Sebbene ci si concentri in questo studio sulle necessità strutturali, pare opportuno, per maggiore completezza, identificare le necessità di talune dotazioni che potrebbero essere indispensabili per un utilizzo innovativo delle tecnologie. Ad esempio, a livello di istituto sarebbe auspicabile che la dotazione comprendesse una postazione mobile di videoconferenza ed una telecamera digitale. A livello di classe, oltre a stampante e scanner (già previsti nella configurazione prima descritta), anche una web cam per videoconferenze di classe ed un videoproiettore per il docente.