I programmi comunitari relativi all'istruzione

Le conclusioni raggiunte nel Consiglio europeo di Lisbona hanno contribuito ad offrire un nuovo impulso alle sfere dell'istruzione e della formazione: hanno consentito cioè di fissare una serie di obiettivi e di sollecitare interventi in relazione alle tematiche collegate alla politica europea della formazione, quali ad esempio lo sviluppo dell'apprendimento per via elettronica, i centri locali per l'apprendimento, nuove abilità di base e della trasparenza delle qualifiche. In questo nuovo contesto dunque i sistemi d'istruzione e formazione sono chiamati a rispondere sia alle esigenze della "Società della conoscenza" sia a quelle di un più alto livello e una migliore qualità dell'occupazione. Per questi motivi sono stati promossi programmi comunitari di ampia portata capaci di supportare queste nuove azioni. Tra questi programmi i più significativi nel settore dell'istruzione e della formazione sono Leonardo da Vinci, Socrates, Gioventù e Tempus III.
Leonardo da Vinci è il programma della Comunità Europea in materia di formazione professionale. La seconda fase di Leonardo da Vinci (2000-2006), la prima si è svolta dal 1995 al 1999, persegue obiettivi in linea con i fondamenti della strategia per l'occupazione; per questo motivo si ritiene che il programma contribuisca concretamente alla promozione dell'occupazione, adattabilità, imprenditorialità e delle pari opportunità. Grazie all'esperienza e ai metodi maturati nella prima fase del programma, Leonardo da Vinci si può considerare un importante strumento, in cooperazione con il programma Socrates, il programma Gioventù per l'Europa e il Fondo sociale europeo, per lo sviluppo e l'attuazione dell'istruzione e formazione continua su tutto il territorio dell'Unione. Tale programma è gestito sia a livello comunitario che a livello nazionale. Oggi soltanto il 20% circa del bilancio complessivo è gestito centralmente, le altre funzioni, sempre grazie ad un'iniziativa della Commissione, che ha intuito l'importanza di avvicinare le funzioni di gestione con gli attori e operatori della formazione attivi e presenti sul territorio locale, sono state appunto decentralizzate alle agenzie nazionali (25), le quali gestiscono il restante 80% circa dei finanziamenti del programma.
Socrates è invece il programma d'azione comunitaria in materia d'istruzione. Anch'esso, durante la sua seconda fase (2000-2006), si serve delle esperienze svolte nella prima (1995-1999), sviluppandone gli aspetti che sono risultati positivi, migliorando e riunendo alcune azioni esistenti, ed introducendo, dove se ne è vista la necessità, alcuni cambiamenti. Gli obiettivi di questo programma sono rivolti a:

  • incoraggiando nel contempo le pari opportunità in tutti i settori dell'istruzione;
  • promuovere un miglioramento quantitativo e qualitativo della conoscenza delle lingue dell'Unione Europea, in particolare di quelle meno diffuse e meno insegnate;
  • promuovere la cooperazione e la mobilità nel settore dell'istruzione;
  • incoraggiare le innovazioni nello sviluppo di prassi e materiali didattici, nonché esaminare questioni d'interesse comune in ambiti di politica educativa (26).

In particolare Socrates comprende diverse azioni nell'ambito dell'istruzione, che hanno lo scopo di soddisfare gli obiettivi appena elencati; tra queste ricordiamo:

  • Comenius, che si prefigge di migliorare la qualità e rafforzare la dimensione europea dell'istruzione scolastica, incoraggiando la cooperazione transnazionale fra istituti scolastici e contribuendo ad un miglioramento delle competenze professionali del personale direttamente impegnato in tale settore, promuovendo l'apprendimento delle lingue e la sensibilizzazione interculturale.
  • Erasmus, che si propone di migliorare la qualità dell'istruzione superiore, incoraggiando la cooperazione transnazionale fra istituti d'istruzione superiore, promuovendo la mobilità di studenti e docenti universitari, migliorando la trasparenza e il riconoscimento accademico degli studi e delle qualifiche all'interno dell'Unione.
  • Grundtvig, che intende rafforzare la qualità, la dimensione europea, la disponibilità e l'accessibilità dell'apprendimento lungo tutto l'arco della vita attraverso l'educazione degli adulti nel senso più ampio, offrendo migliori opportunità d'istruzione a coloro che lasciano la scuola senza qualifiche di base e stimolando l'innovazione attraverso percorsi di apprendimento alternativi (come ad esempio le conoscenze che si acquisiscono in modo informale o autonomo).
  • Lingua, che riguarda l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue, con misure intese a promuovere e mantenere la diversità linguistica nell'ambito dell'Unione, a migliorare la qualità dell'insegnamento e dell'apprendimento delle lingue e ad agevolare l'accesso, in questo settore, ad opportunità di apprendimento adeguato alle necessità individuali.
  • Minerva, che promuove la cooperazione europea nel settore dell'istruzione aperta e a distanza (IAD) e in quello delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) applicate all'istruzione. Questa azione si propone di migliorare la comprensione tra insegnanti, discenti, responsabili delle decisioni in materia di istruzione e grande pubblico su tali tematiche; di contribuire a garantire che sia data adeguata importanza agli aspetti didattici nella realizzazione di prodotti e servizi educativi multimediali e basati sulle TIC; di promuovere l'accesso a migliori metodi e risorse educative in questo campo.
  • Azioni congiunte, che creano un collegamento tra Socrates e altri programmi comunitari, in particolare Leonardo da Vinci, per la formazione professionale, e Gioventù per l'Europa.

Anche nel caso di Socrates la gestione operativa del programma spetta alla Commissione in stretta collaborazione con le autorità nazionali, con l'assistenza delle Agenzie Nazionali e di un Ufficio di Assistenza Tecnica a livello comunitario. Questo programma, così come nel caso di Leonardo da Vinci, e come per altri programmi comunitari riguardanti attività che sono complementari rispetto a quelle sostenute da Socrates, è sovvenzionato in parte con fondi provenienti dall'Unione Europea. La procedura da seguire per presentare una domanda di sostegno finanziario nell'ambito di Socrates varia in funzione dell'azione alla quale la domanda si riferisce (27).

Altri programmi comunitari orientati a promuovere e a sviluppare nuove modalità di apprendimento e di formazione continua sono:

  • Gioventù, programma che coinvolge giovani di età compresa fra 15 e 25 anni, con l'obiettivo di intensificare il loro senso di solidarietà e incoraggiare una loro partecipazione attiva e spirito di iniziativa nel processo di costruzione dell'Europa. A tal fine, il programma fornisce opportunità d'istruzione di tipo informale, attraverso scambi di giovani, servizio volontario e altre iniziative. Tutti i progetti consentono ai giovani di fare preziose esperienze di apprendimento internazionali e/o interculturali che possono servire a renderli più consapevoli della diversità culturale dell'Europa e ad eliminare i pregiudizi. Il programma Gioventù comprende l'ex programma Gioventù per l'Europa e l'iniziativa di Servizio volontario europeo e si rivolge prioritariamente a coloro che normalmente non hanno la possibilità di trascorrere un periodo di tempo in altri paesi (28).
  • Tempus III (2000-2006), è il programma che si propone di contribuire alla ristrutturazione del sistema d'istruzione superiore dei Paesi non associati dell'Europa centrale e orientale (nell'ambito del programma Phare) e dell'ex Unione sovietica nonché della Mongolia (nell'ambito di Tacis). Gli obiettivi principali sono quelli di sostenere lo sviluppo e il rinnovamento dell'istruzione superiore nei Paesi interessati (in particolare con progetti di gestione universitaria, di sviluppo delle istituzioni, di creazione di reti, di mobilità degli studenti) e di stimolare una crescente interazione una collaborazione equilibrata con i partner dell'Unione Europea (29).


(25) Le autorità nazionali dei paesi partecipanti hanno istituito le Agenzie Nazionali per agevolare la gestione coordinata a livello nazionale delle azioni previste dal programma. Esse hanno il compito di ricevere le domande di sovvenzione, fornire consulenza alle autorità nazionali in merito alla selezione delle domande (o effettuare la selezione stessa per conto delle autorità nazionali), stipulare i contratti con i candidati prescelti, effettuare i pagamenti ai beneficiari degli aiuti e riceverne le relazioni finali. Hanno inoltre facoltà di dare un parere sulle domande di sostegno finanziario relativamente ad alcune azioni centralizzate e assolvono altre importanti funzioni nell'ambito dell'intero programma, quali ad esempio la diffusione delle informazioni e l'assistenza nella ricerca di partner adatti, nonché la consulenza in materia di presentazione delle candidature o altro, il monitoraggio dell'andamento dei progetti e il feedback sul funzionamento del programma. (http://www.europalavoro.it/link)
(26) Programma Socrates, Guida del Candidato, versione definitiva settembre 2000. (http://www.bdp.it/socrates/)
(27) Le procedure descritte si riferiscono solo ai progetti "nuovi", cioè alle domande di sostegno finanziario per progetti che non godono attualmente del sostegno del programma Socrates. I coordinatori di progetti già sostenuti da Socrates che desiderino richiedere un'ulteriore sovvenzione ("rinnovi") verranno informati separatamente sulle relative procedure e scadenze e sui moduli da utilizzare.
(28)
Per ulteriori informazioni: http://europa.eu.int/comm/education/youth.html
(29) Per ulteriori informazioni: http://europa.eu.int/comm/education/tempus/home.html