<%@LANGUAGE="JAVASCRIPT" CODEPAGE="1252"%> IN MOTORINO liberi e sicuri
   
  Il Concorso
  I Partner
  Regolamento
  Iscrizione
  Premi
  Temi del Concorso
  I migliori siti e MMS
  Giuria
  Forum
  L'esperto risponde
  Scrivici
  Dicono di noi
  Link
   
   
     
  I temi del concorso: il motorino  
Il guidatore Il motorino La strada Il soccorso
 

 

 
 

Documenti motorino | Dispositivi obbligatori | Dispositivi facoltativi Manutenzione | Revisione | il Codice della Strada

Per poter utilizzare un motorino bisogna rispettare le seguenti regole:

- il mezzo dev'essere omologato, ovvero come esce dalla casa costruttrice, con le strozzature del caso e con una velocità massima di 45 km/h, come impone il Codice della strada.

- il conducente deve aver compiuto 14 anni ed essere in possesso di un documento d'identità valido (carta d'Identità o Passaporto);

- nei prossimi mesi entrerà in vigore l'obbligo di un certificato d'idoneità all'uso del ciclomotore (il famoso patentino).


Documenti obbligatori del motorino:

  • un'assicurazione che copra i danni causati da chi guida il motorino in caso d'incidente. Importante: nel caso il motorino non sia in regola con l'omologazione, (motorino truccato) l'assicurazione ha facoltà di non risarcire il danno.
  • il contrassegno d'identificazione (la targhetta), rilasciata dalla MCTC (Motorizzazione Civile) della provincia di residenza. La targhetta va posizionata ben visibile.
  • il certificato d'idoneità tecnica, il famoso libretto, che contiene i dati relativi a quel mezzo.
  • la tassa di proprietà, il bollo, che ha una durata annuale.

Dispositivi obbligatori per il motorino:

  • luce anteriore bianca
  • luce posteriore rossa
  • almeno 1 specchietto retrovisore (quello sinistro)
  • dispositivo acustico (clacson)
  • pneumatici con battistrada in buono stato
  • contrassegno identificativo bel leggibile
  • marmitta o scarico corrispondenti a quelli indicati nel libretto e in buona efficienza

La mancanza di uno dei dispositivi indicati nella lista qui sopra comporta una sanzione amministraiva di € 65,00.

Dispositivi obbligatori per il conducente:

  • un casco omologato

Dispositivi facoltativi:
Servono ad aumentare la sicurezza del conducente, sia per sè stesso, che verso gli altri

  • secondo specchietto retrovisore
  • dispositivo luminoso "stop"
  • indicatori di direzione (frecce)

Sui ciclomotori è vietato trasportare il passeggero, finchè non entrerà in vigore la nuova norma del Codice della Strada che permetterà ai conducenti maggiorenni di trasportare un passeggero, ma solamente sui motorini omologati per due persone.

Manutenzione
Ormai motorini e scooter di nuova generazione sono sempore più resistenti, ma devono essere mantenuti comunque in buono stato. Occorre controllare periodicamente lo stato delle parti più deteriorabili, e di consumo, evitando di controllare direttamente l'elettronica, che rimane compito delle officine specializzate. Sono da controllare:

  • i pneumatici: devono essere appropriati al mezzo, al terreno, alla potenza e alla velocità. La pressione dev'essere corretta e il battistrada non usurato.
  • controllare il livello dei liquidi anche quando la spia non lo segnala ed eventualmente rabboccarli. Controllare che non ci siano perdite nei serbatoi e nei tubi
  • La catena, quando è presente va controllata e ingrassata
  • l'impianto frenante va controllato, le pastiglie, lo stato dei dischi e dei fili che arrivano al manubrio.
  • l'elettronica va fatta controllare negli appositi centri. Una centralina non a posto, oltre a rischiare di inquinare maggiormente l'atmosfera può manomettere l'efficienza del mezzo.

La Revisione
Dal 2001 è entrata in vigore la legge che obbliga i motocicli e i ciclomotori a una revisione periodica come succede già per gli autoveicoli. Le scadenze imposte dall'ex Ministro Bersani sono le seguenti:

  • dal 2001 i motocicli immatricolati entro il 1982
  • nel 2002 quelli immatricolati dal 1983 al 1992
  • nel 2003 per quelli immatricolati dal 1993 al 1999.

Cosa viene controllato: la revisione prevede dei controlli tecnici generali sul buon funzionamento, sulle prestazioni del motorino e accertamenti sulle emissioni inquinanti, che devono risultare conformi alla normativa e ai certificati d'immatricolazione (niente marmitte e carburatori non dichiarati)

I risultati della revisione saranno riportati sulla carta di circolazione. In caso di anomalie, il mezzo potrà ancora circolare ma dovrà sottoporsi a ulteriore revisione entro un mese. Soltanto se i difetti riscontrati sono tali da compromettere la sicurezza, la circolazione verrà immediatamente sospesa in attesa delle riparazioni necessarie.

 
  "In motorino liberi e sicuri" è un progetto di ReMida21 e Motorino.it