<%@LANGUAGE="JAVASCRIPT" CODEPAGE="1252"%> IN MOTORINO liberi e sicuri
   
  Il Concorso
  I Partner
  Regolamento
  Iscrizione
  Premi
  Temi del Concorso
  I migliori siti e MMS
  Giuria
  Forum
  L'esperto risponde
  Scrivici
  Dicono di noi
  Link
   
   
     
  I Nuovi articoli del Codice della Strada  
Il motorino La strada Il soccorso  
 

 

 
 

In autostrada a 150 all'ora, lo spauracchio della patente a punti, in due sul motorino ma con il patentino? Se ne parlava gia' da un po' di tempo, ma finalmente il 15 gennaio 2002 il consiglio dei Ministri ha dato il via libera alle decisioni di Camera e Senato. Tutte queste novità sarebbero dovute diventare legge dal 1° gennaio 2003, ma a parte qualche articolo che è passato già nel giugno scorso (le luci accese anche di giorno e il minor tasso alcoolico nel sangue), ancora le più importanti non sono entrate in vigore.



PATENTE A PUNTI
Fino ad ora si viaggia tranquilli per le strade e si inchioda con il classico fondocorsa della forcella quando s'incontra un vigile, sorpassandolo quasi sempre con la ruota dietro alzata. Nel caso di multa sono dolori, ma solo per il portafioglio, a meno che non si superi il limite di velocita' di oltre 40 km/h, non si circoli sulle corsie di emergenza delle autostrade, si effettui un'inversione di marcia o retromarcia sempre in autostrada, o si guidi sotto l'effetto di alcool o sostanze psicotrope, per i quali la sospensione della patente e' giustamente assicurata.

Dopo l'entrata in vigore: la patente verra' rilasciata con un totale di 20 punti, che saranno decurtati di volta in volta ad ogni infrazione grave. La decurtazione viene comunicata all'interessato in tempo reale, per non incorrere in brutte sorprese, ma ogni patentato potra' in ogni momento controllare il suo punteggio presso l'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida lo stato della propria patente.
Come riguadagnare i punti persi? Attraverso la frequenza dei corsi di aggiornamento oppure automaticamente se nel triennio successivo all'ultima decurtazione non vengono commesse infrazioni.
Se il punteggio scende a zero, il titolare della patente dovra' sottoporsi ad esame di revisione entro trenta giorni dalla notifica del realtivo provvedimento, per non incorrere nella sospensione a tempo determinato della patente.
Eccovi la tabella dei punti, in modo da potervi fare subito un'idea: quanti punti avreste perso solo ieri?

Tipo di infrazione
Punti
Superare il limite di velocita' di 45 Km/h od oltre
6
Superare il limite di velocita' di 30 Km/h od oltre, ma meno di 45 Km/h
4
Superare il limite di velocita' di piu' di 15 Km/h ma meno di 30 Km/h o guidare a velocita' eccessiva all'approssimarsi di incroci, scuole o attraversamenti pedonali.
3
Non rispettare i segnali di controllo del traffico o disobbedire alle indicazioni della polizia addetta alla direzione del traffico
3
Non dare la precedenza
3
Guidare senza indossare le cinture di sicurezza o con le cinture non indossate bene, guidare una moto senza casco, o guidando con un passeggero avendo meno di 18 anni
3
Guidare oltre la doppia linea o la linea di divisione delle autostrade
3
Rischiare di investire passeggeri che stanno scendendo, salendo od aspettando il tram
3
Guidare senza prudenza
3
Passare o sorpassare se non consentito
2
Cambiare direzione o fermarsi senza segnalarlo
2
Svoltare se non consentito
2
Non tenere la destra
2
Non abbassare i fari
1
Guidare di notte a luci e fari spenti
1
Superare il limite di velocita' di 15 Km/h o meno
1
Non rispettare la distanza di sicurezza
1


CICLOMOTORI - GUIDA E CIRCOLAZIONE
Fino ad ora: compiuti 14 anni basta convincere papa' a farci regalare il motorino, girare la chiave ed eccoci piloti provetti sfidare gli specchietti, segnali stradali mai visti e zigzagare tra pedooni e doppie striscie. Niente libri, niente prove pratiche, solo una sosta dal benzinaio e via a prendere confidenza con la manetta del gas e i freni che fanno slittare le gomme.

Dopo l'entrata in vigore: dal 2003, tutti i ragazzi che tra i 14 e i 17 anni vorranno guidare il motorino, dovranno ottenere il certificato di idoneita' per la guida di ciclomotori, superando un esame finale e previa dimostrazione del possesso dei requisiti psicofisici. I corsi di teoria saranno effettuati dalle autoscuole o gratuitamente in tutte le scuole. La guida di ciclomotori senza aver conseguito la relativa abilitazione sara' sanzionata in via amministrativa.
L'altra grande innovazione, che aspettavamo da moltissimi anni e' il trasporto di un passeggero sul motorino. Come per il 125, anche sui cinqantini sara' vietato a tutti i conducenti che non avranno compiuto i 18 anni, per un semplice motivo: la legge italiana non considera penalmente perseguibile un minorenne, facendo cadere la responsabilita' sul padre o chi ne fa le veci. Non tutti i motorini potranno ospitare un passeggero, ma solo quelli che supereranno l'omologazione. Aspettiamo la lista degli eletti!

VELOCITA' E NORME DI CIRCOLAZIONE SULLE AUTOSTRADE
Fino ad ora: In base all'articolo 142 del codice della strada sla velocita' massima raggiungibile in autostrada e' di 130 km/h. La corsia di destra (comma 6 dell'articolo 143) nelle autostrade a tre o piu' corsie e' quella destinata ai veicoli lenti, intoccabile dall'automobilista medio, ma popolata di nonnetti col cappello, Panda scarburate, 18 ruote col rimorchio...


Dopo l'entrata in vigore:
Con la modifica prevista il limite massimo generale di velocita' restera' fissato in 130 km/h, ma potra' essere elevato fino a 150 km/h solo sulle autostrade a tre corsie piu' la corsia di emergenza per ogni senso di marcia che abbiano determinati requisiti:
- che l'autostrada non abbia curve a stretto raggio
- che non ci siano stati troppi incidenti dovuti alla velocita' nell'ultimo quinquennio
- l'intensita' del traffico
- le condizioni atmosferiche prevalenti, detto anche la presenza di nebbia ghiaccio e i malanni del Nord Italia.
Rimane ancora fisso il limite di velocita' a 110 km/h in caso di precipitazioni atmosferiche.

VEICOLI DI INTERESSE STORICO E COLLEZIONISTICO
Fino ad ora: La norma vigente (articolo 60 del codice della strada) consente che siano classificati d'epoca o d'interesse storico e collezionistico i motoveicoli e gli autoveicoli che abbiano superato i 30 anni di eta'. Tutti i motoveicoli e gli autoveicoli d'interesse storico e collezionistico radiati dalla circolazione possano essere reimmatricolati solo mediante il rilascio di nuovi documenti di circolazione (carta e targa).

Dopo l'entrata in vigore: Le modifiche all'articolo 60 ampliano il concetto di veicolo d'epoca classificando tali tutti i veicoli classificati dal codice delle strada. Di conseguenza sara' possibile iscrivere in tali categorie anche le slitte, i trattori ecc.
Ed ecco la buona notizia per gli appassionati del vecchio Galletto: con l'entrata in vigore della norma modificata, per i veicoli che risultino radiati rimarra' vigente l'obbligo di reimmatricolazione ma si potranno conservare i vecchi documenti di circolazione (carta e targa) qualora gli stessi siano ancora in possesso del proprietario e si presentino in buono stato d'uso.

REVISIONE DELLA PATENTE DI GUIDA
Fino ad ora: Attualmente l'articolo 128 prevede, in via generale, la possibilita' di richiedere la revisione della patente di guida e una nuova visita medica nei casi in cui sorgono dubbi sulla persistenza dell'idoneita' psicofisica alla guida dei conducenti. In caso d'incidente, o di semplice controllo, se l'agente di polizia Stradale ritiene che il conducente sia sotto l'influenza di alcool e stupefacenti, ha la facolta' di effetuare ogni accertamento.

Dopo l'entrata in vigore: nasce una nuova ipotesi di revisione della patente per i casi in cui il coma si potrae oltre le 48 ore. A tal fine, i responsabili delle unita' di terapia intensiva o di neurochirurgia presso le quali sia avvenuto il ricovero di soggetti che abbiano subito trauma cranico o che siano in coma per altre cause devono dare comunicazione dei casi di coma di durata superiore alle 48 ore all'Ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri che provvede a disporre la revisione della relativa patente di guida. La successiva idoneita' alla guida e' valutata dalla commissione medica locale con parere vincolante dello specialista che ha seguito il paziente. Non solo il conducente sospetto sara' soggetto agli accertamenti medici anche i pedoni coinvolti in incidenti stradali, solo pero' previo consenso degli stessi e a fini statistici.


 
  "In motorino liberi e sicuri" è un progetto di ReMida21 e Motorino.it